gemme-abete-bianco-infuso

Le gemme di abete bianco: preparare lo sciroppo o un infuso

Un giorno, mentre stavo sterminando un pacchetto di caramelle alle gemme di pino dei frati camaldolesi, ho pensato di preparare da me qualcosa di simile.

Come al solito, leggendo in qua e là mi si è aperto un mondo ed ho scoperto che nel nord Europa gli escursionisti sono soliti a prepararsi un infuso di gemme di abete bianco (Abies alba). Con le stesse gemme o con quelle dell’abete rosso (Picea abies) è possibile preparare anche uno sciroppo.

Le gemme di abete bianco si raccolgono all’inizio del periodo primaverile, poche e sporadicamente in qua e là da un abete all’altro, facendo molta attenzione a non essere dentro un parco o un’area protetta!

Proprietà

Ho letto che principalmente hanno un’azione antireumatica, antisettica, diuretica ed espettorante. Lo sciroppo può essere assunto in caso di catarro bronchiale o come diuretico.

Come ho preparato il mio infuso

Con tre germogli freschi si può preparare sul momento un infuso. Si porta a ebollizione l’acqua in un pentolino (circa 1/2 l per due tazze), dopo di che,  spento il fuoco si aggiungono le gemme ben lavate, si tappa con un coperchio e si aspettano almeno 10 minuti. Passato il giusto tempo l’infuso è pronto da bere, ha un profumo ed un sapore delicatamente balsamici.

Come ho preparato il mio sciroppo

Ho preparato un piccolo quantitativo visto che lo sciroppo va poi consumato diluito. In un barattolino di vetro, come quelli delle marmellatine o degli yogurt, si fa un primo strato di zucchero bianco (semolato finemente), poi uno di gemme e via via continuando fino a terminare con uno strato finale di zucchero. Si chiude bene il contenitore e si mette esposto al sole per 40 giorni, agitandolo di tanto in tanto. Quando lo zucchero è completamente sciolto si passa al colino lo sciroppo e si conserva in frigo dentro un vasetto di vetro.

gemme abete bianco sciroppo

Un consiglio

E’ prudente accertarsi di non essere allergici e che non ci siano effetti collaterali rispetto al proprio stato di salute.

Leggi altri articoli simili