Valle Santa Brigida

Per quanto la Valle dell’Inferno faccia pensare al caldo… in realtà è ombreggiata e fresca.

Saliremo di quota in direzione di Monterotondo passando per la gola che costeggia il fosso omonimo. Attraverseremo i bellissimi boschi, una peculiarità dell’ANPIL di Santa Birgida, e potremo ammirare l’incredibile biodiversità ed il passaggio dalla vegetazione submediterranea a quella montana che varia a seconda della quota, della morfologia del suolo, dell’esposizione e degli interventi dell’uomo.

Lungo il cammino incontreremo le testimonianze delle attività agricolo-forestali dell’uomo come le cascine e le burraie, i luoghi che ricordano gli antichi mestieri svolti nel comprensorio. Avremo l’opportunità di ammirare anche una stupenda cerro-sughera secolare.

Raggiungeremo il crinale dove consumeremo il nostro pranzo al sacco nell’area di sosta vicina alla cascina di Casa Tagliaferro.

Riprenderemo il cammino lungo il sentiero di crinale in direzione di Monte Rotondo per conoscere la storia del castello di Monterotondo edificato nel XII sec. con la funzione di controllo delle valli circostanti, poi divenuto mulino a vento e successivamente scenario delle attività della Resistenza.

Prima di riprendere il percorso che ci riporterà a discendere la valle in direzione di Santa Brigida, faremo tappa per ammirare la burraia della cascina di Monterotondo. Conosceremo così, uno degli antichi mestieri come la produzione e la conservazione del burro.

Lasceremo il crinale immergendoci nuovamente nello stupendo bosco che poco a poco varierà dai faggi agli abeti e poi si trasformerà in un alternarsi tra castagneti, ostrieti, cerri e una rigogliosa vegetazione submediterranea.

La ciliegina sulla torta sarà la bellissima burraia di Bacìo con la sua particolare finestrella a tre fessure.

Con gli occhi pieni di bellezza e la mente rilassata rientreremo alle macchine.

Il trekking è su sentieristica segnalata, alcuni tratti richiedono un minimo di destrezza per guadare un paio di torrenti con poca acqua e discendere la prima parte del pendio ripido di Monterotondo.

Aspetti di interesse: natura rigogliosa, boschi stupendi, biodiversità, burraie, antichi mestieri, castello di Monterotondo.
_____________________________________________

Livello: facile
Prezzo: 210€ giornata intera fino a 15 persone (consulta i prezzi)

Lunghezza percorso: circa 10 km
Tempo di percorrenza: 3,30 ore + le soste
Dislivello totale: circa 450 m
_____________________________________________

Attrezzatura consigliata: scarponcini da trekking (obbligatori), una buona quantità d’acqua, bastoncini telescopici per chi li usa, kway.

Pranzo: al sacco.

La quota comprende: organizzazione, accompagnamento e assistenza guida ambientale abilitata ai sensi della LR 86/2016 e s.m.i., assicurazione RC della guida per tutta la durata dell’escursione.

La quota non comprende: i costi di trasferimento (benzina ecc…), i pasti e tutto quello non specificato nella voce “La quota comprende”.

Punto di ritrovo: a Firenze Sud alle 9:00 circa. E’ possibile fissare un punto di ritrovo alternativo per chi viene da altre direzioni, comunicandolo preventivamente.

N.B. Le informazioni precise su orario e luogo di incontro verranno fornite dopo la prenotazione.

Leggi Termini & Condizioni

valle dell'inferno trekking Miravagando